Olevano Romano

Olevano Romano è un paese di circa settemila abitanti a 54 Km a sud est di Roma.

Ubicato sul Monte Celeste si erge ad una altitudine di 571 m. dal livello del mare.

Il nome Olevano è di incerta e difficile individuazione, l’etimo più immediato fa pensare ad oliva o oliba ma ci sono interpretazioni che lo fanno risalire anche alla famiglia Olibria che si macchiò del sangue di Santa Margherita. Il Nibby, invece, partendo dal greco òlibano , che vuol dire incenso, identico al basso latino incensum, afferma che il nome fu attribuito a motivo delle numerose terre date in concessione a vario titolo e producenti canoni o censi annui, la cui rendita era assegnata al consumo degli incensi.

Se incerta è la definizione etimologica del nome, certi sono i resti di un recinto poligonale del V-IV secolo a.C., attribuiti dalla leggenda al fantasioso popolo dei Pelasgi e dagli studiosi ad insediamenti Equi.

La sconfitta degli Equi e dei Volsci da parte dei Latini, vide Olevano divenire territorio di Roma a cui rimase sempre fedele tanto da essere fregiato dello stemma S.P.Q.R.

I casuali ritrovamenti archeologici provano l’esistenza di numerose ville romane dell’età imperiale, alcune caratterizzate da imponenti strutture tali da far ritenere la presenza di insediamenti a scopo residenziale.

Pertanto Olevano segue le sorti di Roma , della sua politica, del papato, delle nobili famiglie e delle loro lotte per la conquista del potere.
Diviene feudo dell’Abbazia benedettina di Subiaco, dei Frangipane, dei Colonna, degli Orsini e infine dei Borghese, ultimo signore Camillo Borghese marito di Paolina Bonaparte.
Del periodo dei Colonna, secolo XIII, resta il bellissimo Castello con la rocca, da sempre chiamata dagli olevanesi “jo Picocco” e la chiesa della corte detta appunto Santa Maria di Corte.

La storia di Olevano si fa meno oscura dalla lettura degli Statuta Olibani.
Approvati il 15 gennaro 1364 regolano la vita civile, penale e amministrativa del Castrum Olibani. Rimasero in vigore fino al 1816, quando viene unificata la legislazione dello Stato Pontificio.
Dalla fine del ‘700 Olevano, per la bellezza del suo paesaggio e per la cordiale ospitalità dei suoi abitanti, diviene mèta di artisti provenienti dal nord Europa.

Al seguito di Joseph Anton Koch, da ben due secoli, soprattutto artisti tedeschi vi soggiornano nelle due istituzioni culturali tedesche “Villa Serpentara” e “Casa Baldi”. Artisti danesi trovano ospitalità in una sorta di casa-museo detta Casa Danese. Innumerevoli artisti e scrittori hanno trovato ad Olevano la loro ispirazione artistica. Grazie alla loro presenza Olevano diviene centro della scuola della pittura romantica del paesaggio la cui produzione è visibile nei musei di Berlino, Parigi, Dresda,Copenaghen, Vienna.

Ricca anche la tradizione religiosa che ha lasciato dietro di sé numerose edicole campestri, il ricordo di chiesa ormai distrutte e la presenza, attuale, di bellissime chiese intitolate a Santa Margherita di Antiochia la cui prima costruzione, ancora tutta da riportare alla luce, è del IX sec. Santa Maria di Corte (.XIII sec.), Sant’Anna (XIV sec.), San Rocco (XVI ) sec.), Santuario della Madonna di Colle di Maggio (XVII sec.) e Sant’Antonio da Padova (1912).

La storia contemporanea vede Olevano coinvolto nelle due grandi guerre mondiali. Ebbe i suoi martiri, le sue vittime innocenti, i suoi dispersi, i suoi decorati al valore.
La gran parte dei cittadini olevanesi si prodigò durante le leggi razziali a mettere in salvo dalle persecuzioni nazifasciste molte famiglie ebree.

Indicazioni stradali

In automobile
Da Roma (Km 60)

– Autostrada del Sole A1, uscita ai caselli di Valmontone o di Coleferro
– Autostrada A24 Roma-L’Aquila con uscita al casello di Carsoli – Subiaco – Olevano Romano
– da Porta Maggiore Roma, prendendo le vie Casilina e Prenestina


 In autobus
È attiva una autolinea Roma-Olevano Romano con partenze da
“ MA” (Metropolitana A) stazione Anagnina, direttrice casilina o Autostrada del Sole
“ MB” (Metropolitana B) Ponte Mammolo, direttrice prenestina o Autostrada Roma-L’Aquila

TROVA GLI ORARI Clicca qui >>>


 In treno
Da Roma Termini, direttrice F.S. Roma-Cassino, con discesa alla stazione di Zagarolo o di Valmontone.

TROVA GLI ORARI Trenitalia >>>